8 giorni
Durata
Settembre
Periodo
Europa, Italia
Destinazione
Non solo camper
Tipo di Viaggio

Dal 6 al 13 Settembre

oppure

Dal 20 al 27 Settembre

Spiagge bianche e incontaminate, attraverso strade sterrate immerse nella natura e panorami unici, fino a raggiungere mete intrise di storia, dai popoli nuragici, shardana, ai più recenti insediamenti minerari del Sulcis nel parco geominerario, luoghi unici ricchi di fascino e imperdibili.

Il tour è aperto ai fuoristrada ed ai possessori di SUV con trazione 4×4.

Per tenersi in contatto durante gli spostamenti è preferibile avere istallata la radio cb con antenna esterna.

 

I PRINCIPALI NUMERI DEL VIAGGIO:

Durata: 8 giorni / 7 notti

Km: circa 800

Pernottamenti: 7 notti in campeggio

Autonomia: serbatoio originale

Livello difficoltà: FACILE

Leggi e scarica il programma completo!  Download

num. minimo partecipanti: 10

ACCOMPAGNATORI: ….

Quota di Partecipazione

Iscrizione pilota

euro 570,00

Iscrizione passeggero adulto

euro 450,00

Iscrizione passeggero minorenne

euro 200,00

Quota d’iscrizione

La quota d’iscrizione al viaggio per persona: comprendente copertura assicurativa per rinuncia al viaggio, ass. medica, ass. stradale, furto dei bagagli. NB: La quota iscrizione varia in base alla quota di partecipazione complessiva di servizi facoltativi e di persone in più oltre alle 2 già comprese. Per tutte le condizioni generali di polizza vedere file allegato “condizioni generali di polizza”.

euro 30,00

La quota di partecipazione comprende

  • Tutti i campeggi previsti nel programma;
  • Accompagnatore;
  • Assicurazione sanitaria AXA (o similare);
  • Presenza veicolo assistenza;
  • Pasti caldi serali e colazione. Pertanto, gli equipaggi si dovranno organizzare per lo spuntino di mezzogiorno! Tavoli, sedie, piatti, bicchieri e posate NON saranno forniti;
  • Escursione battello Parco Marino Capo Carbonara e Visita guidata complesso nuragico Seruci;
  • Assistenza tecnica (manutenzioni straordinarie e riparazioni impreviste, compatibilmente con il tempo ed i ricambi a disposizione) e logistica per tutto il corso del viaggio;

Nota: i servizi erogati sono calcolati per un minimo di 10 Partecipanti. Se il viaggio verrà confermato con meno partecipanti l’organizzazione si riserva di eliminare qualche servizio che verrà comunicato mezzo mail agli iscritti senza snaturare lo spirito del viaggio.

La quota di partecipazione non comprende

  • Traghetto, quotato a parte;
  • Tutti i tipi di bevande;
  • Carburante;
  • Manutenzione ordinaria dei Vs. veicoli, anche se ci sarà sempre chi vi insegnerà come fare;
  • Tutto quanto non indicato alla quota comprende.

Leggi e scarica il programma completo!  Download

Il percorso si articolerà principalmente nella costa del sud, dalla penisola del Sinis, nell’occidentale, percorrendo il perimetro fino alla costa orientale dell’Ogliastra.

L’arrivo in questa favolosa gemma della nostra bella Italia è libero e possibile da vari porti sul “continente”. I traghetti possono infatti partire da Genova, da Livorno, da Civitavecchia, da Palermo. Le assistenze Desartica partono da Genova e quindi ci si potrà aggregare anche nella traversata.

1° giorno

L’appuntamento è nel parcheggio della stazione di servizio di Abbasanta sulla statale 131 – Carlo Felice, orientativamente alle 10:30 – 11:00. Da qui dirigeremo verso Oristano per un primo assaggio di mare e storia, nella penisola del Sinis. Percorreremo la pista che costeggia le famose spiagge di Mari Ermi e Is Aruttas, nell’Area Marina Protetta della Penisola del Sinis, sostando per il pranzo al sacco ed un primo tuffo nelle acque trasparenti, successivamente ci muoveremo fino a San Giovanni di Sinis e l’Area Archeologica di Tharros, già abbastanza visibile dall’esterno che si potrà facoltativamente visitare. Raggiungeremo infine il campeggio dopo l’intensa giornata per la cena ed il meritato riposo.

2° giorno

Dopo la colazione, ci sposteremo su asfalto fino alla sp04 attraverso cui giungeremo nel compendio minerario di Montevecchio, da cui, discendendo attraverso una suggestiva sterrata costeggiante il Fiume Rosso, arriveremo in una delle più belle e suggestive località della Sardegna e non solo… Siamo nel Parco Geominerario del Sulcis-Iglesiente: sterrate, guadi (se non saranno asciutti) e panorami mozzafiato fra le rovine spetrali dei magazzini e laverie risalenti alle attività minerarie del secolo scorso. Qui ammireremo la desertica spiaggia di Piscinas con le sue dune alte più di cinquanta metri. Parcheggiamo nell’adiacente campeggio per goderci la serata e l’eccezionale spettacolo del tramonto.

3° giorno

Attraversiamo la sterrata e ci riportiamo su asfalto, superiamo Ingurtosu e ci dirigiamo verso sud. La strada che solca le montagne, ci porterà nella selvaggia penisola di Capo Pecora, gioiello della Costa Verde. Qui impegneremo una sterrata che ci porterà in un punto di vedetta dal quale si potrà ammirare il panorama unico. Riprendiamo il viaggio per giungere a Masua con la sua imperdibile baia ed il famoso Pan di Zucchero, qui sosteremo alcune ore nella piccola bellissima spiaggia per un bagno nelle limpide acque e possibilità di usufruire autonomamente dei servizi bar-ristorante e le escursioni in gommone. La Sardegna affonda la sua storia millenaria nelle radici dell’uomo, le edificazioni e i reperti rinvenuti, tutt’ora, lasciano inspiegati i metodi di costruzione, dando spazio a teorie straordinarie. Nel pomeriggio, nella visita guidata compresa nel tour, avremo modo vedere e toccare uno di questi monumenti dell’età nuragica della Sardegna, il Villaggio Nuragico di Seruci. Al termine orienteremo i nostri fuoristrada verso il campeggio nell’Isola di Sant’Antioco, per la cena ed il pernottamento.

4° giorno

L’Isola di Sant’Antioco conserva bellezze naturali che non ci perderemo. Dal campeggio situato a ridosso dell’incantevole spiaggia di Cala Sapone faremo il giro dell’isola, su percorsi misti, fermandoci in alcuni interessanti siti nell’entroterra e in baie tipiche e inconfondibili come Cala Lunga. Dopo una visita al paese di Calasetta con il suo particolare mercato lungo il porticciolo nel pomeriggio abbandoniamo l’isola di Sant’Antioco e ci avvieremo per raggiungere Porto Tramatzu, nel territorio di Teulada, con la sua incantevole spiaggia e l’omonimo camping, dove pernotteremo.

5° giorno

Riprendiamo il viaggio, prima proseguendo lungo la panoramica strada costiera poi inoltrandoci nell’entroterra. Dal paese di Domus de Maria impegneremo una bellissima sterrata off road di 30km che ci porterà in quota, attraverso la foresta de Is Cannoneris, probabili incontri con cervi, pare in sovrannumero, e panorami spettacolari non mancheranno. Dopo una sosta per il pranzo al sacco, discendiamo la montagna per intraprendere lo spostamento al campeggio di Villasimius

6° giorno

In questo giorno vivremo una giornata particolare. Siamo nell’Area Marina Protetta di Capo Carbonara, e, per il pieno godimento delle sue bellezze, ci aspetta una escursione in battello, con pranzo a bordo. Partenza dal porticciolo turistico di Villasimius attraverso il mare cristallino del parco. Prima tappa Punta Molentis, con la sua sabbia bianca dove potrete immergervi nelle sue acque limpidissime. Seconda tappa, nel pomeriggio, nell’Isola dei Cavoli dove sarà possibile ammirare la Madonna sommersa, circondata da ogni sorta di vita marina. Alle 17:00 rientro e raggiungimento del Camping “Spiaggia del Riso” di Villasimius.

7° giorno

Dopo la colazione e smontaggio delle tende, risaliamo la costa lungo la SS125, arrivando a Capo Ferrato, esploreremo la zona proseguendo poi verso Colostrai (spiaggia e oasi naturalistica) e la caletta di Cala sa Figu. Qui sosteremo la mattina per riprendere poi la strada e raggiungere Quirra, con la sua spiaggia di Cala Murtas (parzialmente interdetta per servitù militari). La sera rientro e relax in campeggio.

8° giorno

Proseguiamo nella strada SS125, siamo in Ogliastra, qui, prima di portarci lungo la spettacolare scogliera, visiteremo un sito raggiungibile attraverso una strada militare del Monte Ferru per una sosta, per poi spostarci in un’altro luogo particolare verso la costa: “Le Piscine”, così denominato per il ruscello che attraversando l’area crea piccole cascate e laghetti di suggestiva bellezza per giungere, lungo la stessa sterrata, nella spiaggia di Coccorocci, con i suoi caratteristici sassi scuri e levigati. Il tempo stringe ed occorre pensare al rientro. Verso le 13:00 riporremo in ordine l’equipaggiamento e ci avvieremo verso nord, lungo la SS389 che costeggia la Foresta di Montes e i monti di Mamoiada. Giunti sulla superstrada SS131 ci saluteremo, in tempo per intraprendere ognuno le rispettive direzioni verso i porti di rientro.

Fine servizi

Vista la tipologia dell’itinerario, potranno esserci anche significativi cambi di programma/percorso derivanti da eventi atmosferici, problemi di sicurezza, strade chiuse e revoche di permessi. In questi casi si metteranno in atto i cambi di percorso necessari in accordo con le autorità locali, concordando con loro l’eventuale nuovo itinerario, privilegiando sempre la sicurezza dei Partecipanti.

Da ….. a ……