22 giorni
Durata
Gennaio, Dicembre, Capodanno
Periodo
Africa
Destinazione
Viaggia con noi
Tipo di Viaggio

Dal 26 dicembre al 16 gennaio

Torniamo in Algeria! Antiche vestigia romane, oasi meravigliose, ksour e città eleganti faranno da cornice al nostro capodanno.

Lo splendore di Algeri, le antiche vie romane nelle antiche città di Djamila, Tiddis e Constantine, le oasi di Kerzaz e di Taghit e molto altro renderanno il nostro capodanno unico e meraviglioso.

Festeggiamo insieme il capodanno sotto il cielo stellato di Algeria.

 

ACCOMPAGNATORI: Luca Bianchini

Leggi e scarica il programma completo! Download

Quota di Partecipazione

equipaggio di 1 persona e 1 camper

euro 0,00

equipaggio di 2 persone e 1 camper

euro 0,00

per la terza persona da 12 anni compiuti

euro 0,00

per la terza persona da 4 fino a 11 anni compiuti

euro 0,00

Quota di Partecipazione

La quota d’iscrizione al viaggio per persona: comprendente copertura assicurativa per rinuncia al viaggio, ass. medica, ass. stradale, furto dei bagagli. NB: La quota iscrizione varia in base alla quota di partecipazione complessiva di servizi facoltativi e di persone in più oltre alle 2 già comprese.

euro 0,00

La quota di partecipazione comprende

  • Incaricato tecnico dell’agenzia per tutto il viaggio
  • Visto Algeria e relativa documentazione per il suo ottenimento
  • Guida locale parlante italiano al seguito per tutto il soggiorno in Algeria
  • Tutti i pernottamenti in Algeria come da programma
  • Intera giornata di visita guidata in bus/minibus ad Algeri
  • Pranzo in ristorante tipico nella Casbah di Algeri
  • Visita guidata alle Rovine di Djamila
  • Visita guidata in bus/minibus al sito di Tiddis
  • Cena di capodanno a Constantine
  • Visita guidata al sito di Medracen
  • Visita guidata alla fortezza legionaria di Lambese
  • Visita guidata di Timgad
  • Visita guidata di Biskra
  • Intera giornata di visita guidata con bus/minibus a Ghardaia
  • Visita guidata di El Menia (El Golea)
  • Intera giornata di visita guidata con bus/minibus a Timimoun
  • Visita guidata all’Oasi di Kerzaz
  • Intera giornata di visita guidata a Tlemcen
  • Intera giornata di visita guidata di Orano
  • Visita guidata al sito di Tipaza
  • Ingressi come da programma

La quota di partecipazione non comprende

  • Adeguamenti dovuti a variazione tariffe corrispondenti locali
  • Traghetto a/r Marsiglia-Algeri-Marsiglia per 2 persone in cabina doppia interna con camper fino a 6 metri: IN VIA DI DEFINIZIONE
  • Traghetto a/r Marsiglia-Algeri-Marsiglia per 1 persona in cabina singola con camper fino a 6 metri: IN VIA DI DEFINIZIONE
  • Traghetto a/r Marsiglia-Algeri-Marsiglia per 2 persone in cabina doppia interna con camper da 6 ad 8 metri: IN VIA DI DEFINIZIONE
  • Traghetto a/r Marsiglia-Algeri-Marsiglia per 1 persona in cabina singola con camper da 6 ad 8 metri: IN VIA DI DEFINIZIONE
  • Supplemento traghetto a/r per persona aggiunta: IN VIA DI DEFINIZIONE
  • Eventuali ponti, tunnel, pedaggi vari
  • Pernottamenti dove indicati liberi
  • Eventuali costi per animali al seguito
  • Extra e mance
  • I biglietti per poter fotografare o video-riprendere  nei siti archeologici e nei    musei
  • Parcheggi o campeggi quando indicato “pernottamento libero”
  • I viveri ed i pasti
  • Carburante per i veicoli
  • Pedaggi autostradali e tasse di transito in genere
  • Attrazioni turistiche e culturali eccedenti quelli menzionati nel paragrafo “La quota di partecipazione  comprende”
  • I ricambi e il materiale necessari alla riparazione dei veicoli
  • Escursioni con mezzi locali eccedenti quelli menzionati nel programma
  • Tutto ciò che non è riportato nel paragrafo “La quota di partecipazione comprende”

Leggi e scarica il programma completo!  Download

1° giorno: 26 dicembre 2022

Ventimiglia

Incontro con l’incaricato tecnico dell’agenzia a Ventimiglia in  serata.  Pernottamento libero.

2° giorno: 27 dicembre 2022

Ventimiglia – Marsiglia km 240

Tappa di trasferimento in direzione del porto di Marsiglia. Arrivo, operazioni d’imbraco e partenza della nave. Pernottamento a bordo.

3° giorno: 28 dicembre 2022

Algeri

Arrivo al porto di Algeri ed incontro con la nostra guida. Arrivo al parcheggio riservato e sistemazione dei mezzi. Nel pomeriggio possibilità di giro panoramico della città. Pernottamento.

4° giorno: 29 dicembre 2022

Algeri

Giornata dedicata alla visita della capitale coloniale. Si visiteranno il giardino d’Essay, il museo delle belle arti con una splendida collezione di quadri di orientalisti italiani e francesi, la Grand Poste e la cattedrale cristiana “Notre Dame d’Afrique, da cui si domina il porto e la grandiosa baia. Nel pomeriggio, passeggiata nei grandi viali dell’epoca francese, che fanno di Algeri, una delle più belle città del Nord Africa. Pranzo tipico all’interno della Casbah. Pernottamento.

5° giorno: 30 dicembre 2022

Algeri – Djamila – Constantine km 450

Partenza per Djamila, una delle più straordinarie città romane d’Africa. Visita alle rovine e allo
straordinario museo, dove le pareti sono ricoperte da mosaici strappati da ville e monumenti pubblici della città. La città romana si srotola come un tappeto sulle colline diradanti. Al termine della visita proseguimento per Constantine, appollaiata sulle vertiginose gole del Rummel, che deve il suo nome all’imperatore Costantino che qui fece costruire numerosi edifici. Arrivo e sistemazione dei mezzi in parcheggio riservato. Pernottamento.

6° giorno: 31 dicembre 2022

Constantine – Tiddis – Constantine in bus

La giornata inizia con la visita di Tiddis, antica Castellum Tidditanorum, costruita sulle pendici meridionali della montagna, in posizione facilmente difendibile. La città era articolata su terrazze scavate nella roccia, collegate tra loro da vie in pendenza o da scale. La mancanza di sorgenti determinò la costruzione di numerose cisterne per garantire l’approvvigionamento idrico. Tra i monumenti cittadini ci sono le mura, con una porta monumentale, terme con cisterne, costruite da Marco Cocceio Anicio Fausto alla metà del III secolo e un tempio dedicato a Saturno, nella parte più elevata della città, che ha restituito numerose stele, oggi conservate nel museo di Costantina. Erano inoltre presenti installazioni industriali per la produzione di ceramiche e un santuario mitraico del IV secolo. Fuori della città si conserva il mausoleo costruito da Quinto Lollio Urbico, nativo di Tiddis e figlio di un proprietario terriero berbero, che era divenuto praefectus urbis nella capitale sotto Antonino Pio. Nel V secolo fu sede vescovile e due basiliche cristiane sono state identificate negli scavi. In serata rientro a Constantine e festa di capodanno tutti insieme. Pernottamento.

7° giorno: 1 gennaio 2023

Constatine – Medracen – Timgad km 146

In mattinata partenza e sosta per la visita al sito di Medracen, dove si trova il più antico mausoleo reale del Nord-Africa, gigantesca cupola circondata da colonne con capitelli dorici, risalente al III secolo a.C. e il cui nome sarebbe legato a quello di un re della Numidia. Proseguimento e sosta a Lambese per ammirare l’antica fortezza legionaria della provincia romana proconsolare, posizionata in Numidia a nord dei monti dell’Aures, di fronte alle tribù berbere dei Getuli. Fu prima forte ausiliario sotto i Flavi, e sotto Traiano divenne fortezza della III Legio Augusta, fino alla conquista dei Vandali. Nel pomeriggio si raggiunge Timgad, l’antica colonia romana di Thamugadi, fondata dall’imperatore Traiano nell’anno 100 con manodopera militare. La città venne edificata praticamente dal nulla come colonia militare con lo scopo principale di creare un bastione contro i Berberi del Massiccio dell’Aures. Per questo in origine essa venne abitata dai veterani dell’esercito cui vennero assegnate terre in cambio degli anni di servizio militare prestato. Collocata
lungo la strada fra Thevaste e Lambese, la città fu cinta di mura; progettata per una popolazione di 15.000 abitanti, ben presto crebbe al di fuori di ogni controllo e si sviluppò caoticamente, senza rispettare la planimetria ortogonale della fondazione originale. Molti sono gli edifici pubblici conservati della città: una basilica, una biblioteca, quattro terme ed un teatro da 3.500 posti a sedere, in ottime condizioni di conservazione, tanto che ancor oggi viene utilizzato per rappresentazioni teatrali. Anche Timgad è entrata a far parte dell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. Arrivo e sistemazione dei mezzi in parcheggio riservato. Pernottamento.

8° giorno: 2 gennaio 2023

Timgad – Balcon du Ghoufi – Biskra km 142

Partenza in direzione di Biskra, città costruita secondo una pianta a scacchiera. Il suo sviluppo in città industriale risale all’arrivo della ferrovia all’inizio del XX secolo. Porta del Grande Sud, è oggi un’enorme oasi di oltre 150.000 palme da dattero che producono il famoso deglet nour, il dattero più conosciuto, la cui produzione viene in gran parte esportata. Dal «Balcon de Ghoufi» la vista è spettacolare, un colpo d’occhio unico sulla lunga e profonda gola scavata dallo oued Abiod, il «fiume bianco». In fondo al canyon palme, antiche case di pietra, frutteti e giardini creano una grande oasi, verde e inattesa nella zona montuosa e già arida dell’Atlante presahariano. Antichissimo insediamento berbero e importante via di transito – di qui passava, ed è ancora visibile, la carovaniera che collegava il deserto con il mar Mediterraneo – l’area è un affascinante mescolanza di caratteristiche naturali e di ambiente modificato dall’opera dell’uomo, testimonianza di un’evoluzione millenaria e di una perfetta integrazione, dai tempi più antichi fino all’hotel Transatlantico, una serie di bungalow semitrogloditici addossati alla parete della gola, costruiti negli Anni ’30 da un francese visionario, abbandonati dopo poche stagioni e ora a malapena distinguibili dai manufatti indigeni. Arrivo, sistemazione dei mezzi in parcheggio riservato e pernottamento.

9° giorno: 3 gennaio 2023

Biskra – Touggourt km 220

Trasferimento a Touggourt, dove l’arrivo è previsto nel primo pomeriggio. Località famosa per i suoi datteri e lo ksar, con strade strette ricoperte da tronchi di palma. Fu il punto di partenza della Crociera Nera che nel 1923 portò le Citroën a Timbuktu. Una colonna eretta nella piazza principale del paese ricorda questo “sacro raduno”. Pernottamento in parcheggio riservato.

10° giorno: 4 gennaio  2023

Touggourt – Ghardaia km 350

Trasferimento a Ghardaia, dove l’arrivo è previsto nel primo pomeriggio. Pernottamento in parcheggio riservato.

11° giorno: 5 gennaio  2023

Ghardaia

Intera giornata dedicata ai cinque insediamenti fortificati della Pentapoli Mozabita di cui Ghardaia è il centro più importante. Rimasta a lungo isolata, questa zona dove si installò verso l’anno 1000 d.C. una comunità berbera di religione mussulmana di setta Ibadita. Considerati eretici, reputano che la salvezza eterna si debba meritare non per opera di santi, ma con le opere: una vita modesta fatta di preghiera e di lavoro. Niente ozio, quindi per gli Ibaditi, niente profumi, tabacco, alcool. Nel loro modo di interpretare il Corano, costringono le donne ad una condizione che, a noi occidentali, appare molto pesante. Fino a pochi anni fa non potevano praticamente lasciare le città della valle, devono portare il velo che può lasciare scoperto un solo occhio. La città vecchia di Ghardaia è veramente splendida: piccole case colorate strette le une alle altre che creano un’urbanistica molto particolare e interessante; il centro della città è costituito da vie strette e tortuose, bellissime da esplorare (ci sono cartelli che avvisano però che per le donne sono vietati i pantaloncini corti e le minigonne). Nella piazza centrale, contornata con portici si sviluppa un bel mercato (tranne alcune giornate di feste religiose nel corso dell’anno) dove si può trovare di tutto: dai generi alimentari ai bracciali d’argento, dagli oggetti tecnologici ai cammelli e agli asini, dai ricambi per i motorini ai tessuti lavorati a mano. Le altre città della pentapoli sono: El Atteuf “l’ansa”, perché costruita su un’ansa dell’oued M’Zab, la prima città costruita nella valle; Melika “la regina” collegata a Ghardaia da un ponte –pericolante-; Beni Isguen “la pia”, la città religiosa, la meglio conservata dove è obbligatorio avere una guida locale e dove è proibito fumare, bere alcolici e fotografare donne e bambini; Bou Noura “la luminosa”, la città più povera e in parte disabitata. Pernottamento.

12° giorno: 6 gennaio  2023

Ghardaia – El Menia (El Golea) – Timimoun km 634

Giornata di trasferimento a Timimoun, con tappa ad El Menia, oasi nota anche come El Golea, il cui ksar si staglia imponente sul circostante paesaggio di sabbia. Qui vi sono la chiesa e la tomba di padre Charles de Foucauld, grande studioso della cultura tuareg. Considerato la porta meridionale verso il Sahara, il villaggio è circondato da estesi palmizi, che contano circa 180.000 alberi. Pernottamento in parcheggio riservato.

13° giorno: 7 gennaio  2023

Timimoun

Giornata dedicata ad escursioni nei dintorni di Timimoun seguendo le piste che corrono tra scenari bellissimi, per scoprire villaggi scavati nella roccia rossa, o che corrono sinuose tra le dune per raggiungere piccole oasi. Si visiteranno Badriane, Ighzer, Kali, Aghlad e Ouled Said, Zaouiet Debbagh, Fort de Tabelkoza e Fatis. Pernottamento.

14° giorno: 8 gennaio  2023

Timimoun – Oasi di Kerzaz – Beni Abbes– Taghit km 695

Tra Timimoun e Beni Abbés la strada è costellata di fortezze, dune dorate si alternano a tratti di roccia e palmeti verde smeraldo si adagiano lungo il letto della Saoura, che raccoglie le acque delle piene stagionali. Visita, in corso di viaggio, dell’oasi di Kerzaz, luogo magico tra dune altissime.  Pernottamento in parcheggio riservato.

15° giorno: 9 gennaio  2023

Taghit

Giornata interamente dedicata alla visita della bellissima oasi, affascinante costruzione in fango, a ridosso delle dune. Escursione alla stazione di graffiti rupestri. Pernottamento.

16° giorno: 10 gennaio  2023

Taghit – Tlemcen km 644

Intera giornata di trasferimento. Arrivo in serata a Tlemcen. Pernottamento in parcheggio riservato.

17° giorno: 11 gennaio  2023

Tlemcen

La giornata è dedicata alla visita della città, con i suoi monumenti arabi tra cui lo splendido Palazzo Mechouar. Con oltre 200.000 abitanti, Tlemcen è praticamente al confine con il Marocco; la città è un bel mix di influenze berbere, arabe, andaluse, ottomane e francesi ed è rinomata per essere la capitale della musica arabo-andalusa in Algeria. Pernottamento.

18° giorno: 12 gennaio  2023

Tlemcen – Orano km 175

Intera giornata di trasferimento ad Orano. Arrivo in parcheggio riservato e pernottamento.

19° giorno: 13 gennaio  2023

Orano

Visita della città; evidenti sono i resti dell’occupazione spagnola e poi francese. Architettura, gastronomia, savoir-vivre degli “Oranais”, ovunque c’è traccia di queste colonizzazioni. “Orano la raggiante”, come la definiscono gli algerini, è conosciuta per la sua vocazione turistica. Fra i monumenti più significativi, la Porta Spagnola, la Chiesa di Saint Louis, la Moschea Pascià, la Cappella di Santa Cruz, la Cattedrale del Sacro Cuore. Pernottamento.

20° giorno: 14 gennaio  2023

Orano – Tipaza – Algeri km 450

Rientro ad Algeri, con tappa a Tipaza dove si visiterà il bellissimo sito con la città punico – romano- bizantina, il suo anfiteatro, le terme, i resti della Basilica cristiana più grande dell’Africa romana ed il museo. Arrivo ad Algeri e pernottamento in parcheggio riservato.

21° giorno: 15 gennaio  2023

Algeri – Imbarco

Trasferimento al porto, procedure d’imbarco. Pernottamento a bordo.

22° giorno: 16 gennaio  2023

Marsiglia e rientro

Sbarco al porto di Marsiglia e rientro in Italia.

Fine dei servizi

da Ventimiglia a Azrou

da Azrou a Foum Zguid

da Foum Zguid a Rabat e ritorno